thumbnail Ciao,

Le genovesi stanno vivendo un periodo tremendo, ma domenica almeno una delle due farà punti. Ferrara resta in sella e non pensa alle dimissioni, Del Neri attacca Immobile.

L'aspetto positivo del derby della Lanterna di domenica sera? Che una tra Genoa e Sampdoria, o entrambe se la gara terminerà con un pareggio, conquisterà punti. E sarebbe un evento quasi epocale, visto il pessimo andazzo recente delle due genovesi.

Con lo 0-2 di Palermo sono sette, le sconfitte consecutive della Samp. Peggior striscia dell'attuale serie A, e ci vuol poco a immaginarlo. Cinque, invece, i ko di fila del 'Grifone', di cui quattro sotto la gestione Del Neri. La cui cura sta evidentemente sortendo l'effetto contrario di quanto sperato.

Un derby tra grandi deluse, insomma. E pensare che la stagione, soprattutto in casa blucerchiata, era iniziata col piede giusto, con quelle tre vittorie (compreso l'esordio di San Siro col Milan) che nell'ambiente Samp avevano illuso un po' tutti. Ora, per Ciro Ferrara la situazione è invertita.

L'ex juventino è stato confermato ancora una volta da Garrone. "Volete spararmi? - ha chiesto ironico ai giornalisti il tecnico napoletano - Le responsabilità sono mie, e io devo trovare la chiave per uscire da questa situazione. Non mi dimetto, non fa parte del mio carattere".

Se la passa male anche Gigi Del Neri, un altro che dopo l'esperienza alla Juve non si è più ritrovato. Ieri, dopo il 2-4 col Napoli, l'allenatore del Genoa se l'è presa in particolar modo con Immobile: "Deve essere meno egoista". Così Genova si prepara al derby: con pochi punti, e tanta tensione.

Sullo stesso argomento