thumbnail Ciao,

Il tecnico romano fa i complimenti all'Atalanta, ma anche la sua Inter, dice, non gli è dispiaciuta troppo: "Abbiamo pagato l'avvio, il loro 2-1 nel nostro momento migliore".

Dopo dieci successi di fila tra campionato ed Europa League, si ferma a Bergamo la marcia di un'Inter che, in questa stagione, era stata capace soltanto di vincere lontano da San Siro. A fine gara Andrea Stramaccioni è giustamente dispiaciuto, ma a suo dire una sconfitta dopo tante vittorie ci può pure stare.

"Abbiamo pagato l'avvio, in cui l'Atalanta ha subito trovato il goal - le sue parole a 'Sky' - A me, però, l'Inter non è dispiaciuta, abbiamo creato tanti pericoli, Consigli è stato decisivo in tante occasioni. Siamo rientrati in campo nella ripresa ed abbiamo pareggiato meritatamente, poi nel nostro momento migliore l'Atalanta ha trovato il secondo goal".

Molto contestato dagli ospiti il rigore concesso al 67' e realizzato da Denis. 'Strama', però, preferisce svicolare: "L'arbitro ha visto il rigore oggi, non dico nulla. Non ho commentato le cose di Torino, non commento nemmeno queste".

La partita, ad ogni modo, si sapeva che sarebbe stata ostica: "Faccio i complimenti all'Atalanta, anche se non credo che meritassimo di perdere. Sui primi due goal, però, siamo stati disattenti. Se avessi messo Cambiasso nei tre di difesa? Chissà, forse avremmo concesso qualcosa in più. Non ho avuto la sensazione di un'Inter che abbia sofferto più di tanto, anche se abbiamo preso goal dopo 10 minuti".

Stasera, conclude, è mancato "un pizzico di fortuna, potevamo portare a casa il pareggio. Pensiamo alla prossima partita con ottimismo, ci poteva anche stare di perdere dopo tante vittorie consecutive".

Sullo stesso argomento