thumbnail Ciao,

I due hanno parlato dopo il ko con la Fiorentina. "Non ho dato un grande apporto" riconosce lo spagnolo. E il portiere dice: "Capisco chi non viene allo stadio a vederci".

E' un misto tra delusione e rassegnazione, il volto dei giocatori del Milan fermatisi a parlare con i giornalisti dopo l'1-3 interno contro la Fiorentina. A partire da Bojan Krkic, entrato nel secondo tempo della gara di San Siro ma senza risultati concreti.

"E' andata male, e io non ho aiutato molto la squadra - dice lo spagnolo a 'Milan Channel' - La Fiorentina ha una bella squadra, peccato solo per il rigore di Pato. Il rigorista era lui, e credo che se fossimo riusciti ad andare sull'1-1 la partita sarebbe svoltata".

L'imperativo, ora, è cercare di guardare avanti, anche se non è per nulla semplice far finta di nulla dopo una batosta così. "Non dobbiamo più pensare a questa partita, ma a quella di sabato col Napoli, cercando di imparare dagli errori commessi oggi" afferma Bojan.

Gli fa eco Cristian Abbiati. "Dobbiamo ripartire subito, anche se al San Paolo non sarà facile. San Siro con poco pubblico? Purtroppo non stiamo facendo una buona stagione, ed è logico che la gente preferisca restare a casa. Ma noi continueremo a giocare per vincere".

Sullo stesso argomento