thumbnail Ciao,

Roma battuta nel derby, Zeman non perdona De Rossi per l'espulsione: "Errori così si pagano a caro prezzo"

Zdenek Zeman mastica amaro. Il boemo ne ha già perse tante, troppe da quando è tornato a sedersi sulla panchina della Roma. Ma il derby è il derby, e vedere la Lazio esultare è una ferita doppia per l'allenatore giallorosso, sempre più contestato.

"Abbiamo subìto tre goal più per sfortuna che per bravura dei nostri avversari - dice a 'Sky' nel postpartita - Credo che il campo abbia condizionato la gara: nei primi 20 minuti eravamo in partita, poi non siamo riusciti a lanciare i palloni lunghi come la Lazio e allora abbiamo smesso di giocare".

A condizionare la partita, soprattutto, è evidentemente l'espulsione di De Rossi, cacciato dal campo per un pugno a Mauri. "Ne avevamo parlato prima della gara - afferma Zeman - ma in un derby la tensione si sente. Dispiace perché errori del genere si pagano a caro prezzo".

"Il campionato è ancora aperto, e io credo che potremo mettere in difficoltà tutti - la speranza del boemo - Spero che in futuro la fortuna ci assista, perché fin qui abbiamo perso spesso per errori sciocchi o malasorte. E poi il nostro gioco mal si concilia con i campi pesanti: lì è favorito chi gioca a palla lunga".

Sullo stesso argomento