thumbnail Ciao,

Mancini felice dei risultati raggiunti dal suo successore in nerazzurro: "Auguro a lui e al club di proseguire su questa strada e battere altri record, perchè se lo meritano".

Andrea Stramaccioni non smette più di stupire, e soprattutto di inanellare record. Dopo la vittoriosa trasferta di Belgrado di giovedì sera, il tecnico romano ha superato la striscia di vittorie in trasferta dell'Inter di Roberto Mancini (9) della stagione 2006/2007, e ora punta dritto ad un altro primato del tecnico jesino, ovvero quello delle vittorie consecutive tra campionato e coppe (13), che già da stasera potrebbe essere avvicinato nel caso in cui i nerazzurri riuscissero a battere l'Atalanta nella sempre ostica trasferta di Bergamo.

Proprio Mancini fu l'ultimo alla guida della Beneamata ad uscire con i 3 punti in tasca dall'Atleti Azzurri, grazie ai goal di Vieira e Balotelli nella stagione 2007/2008, poi solo sofferenza nelle annate seguenti: Mourinho raccolse prima una sconfitta (3-0) e poi uno striminzito pareggio nell'anno del Triplete. Non andò meglio a Ranieri, salvato sull' 1-1 grazie al rigore parato da Castellazzi al 'Tanque' Denis.

Ora tocca a Strama sfatare il tabù, la carica giusta arriva dai complimenti proprio del Mancio. Il tecnico del Manchester City - impegnato oggi nella difficile sfida contro il Tottenham - spende parole al miele per l'ex allenatore della primavera nerazzurra: "Mi fa piacere che Stramaccioni abbia battuto il mio record, perchè è bravo. In questo inizio di stagione ha dimostrato di lavorare bene e i risultati gli stanno dando ragione".

Mancini si sente vicino ad Andrea, forse per il fatto che la carriera di entrambi è stata caratterizzata da un'assenza quasi totale di gavetta: il Mancio arrivò alla corte di Moratti dopo le esperienze con Fiorentina e Lazio, Strama addirittura dal settore giovanile. Roba da predestinati, nonostante la diffidenza iniziale degli addetti ai lavori: "È un giovane emergente che ha fatto della sua Inter la rivelazione di questa prima parte di stagione. In pochi si aspettavano che i nerazzurri sarebbero partiti così bene dopo tutti i cambiamenti fatti sul mercato. Buona parte del merito è del lavoro di Andrea che ha dato un gioco alla squadra. Auguro a lui e al club di proseguire su questa strada e battere altri record, perchè se lo meritano".

Tornando alle statistiche, se Strama ha messo nel mirino il record di vittorie consecutive tra campionato e coppe - è a -3 -, ben più distante è invece il primato di successi collezionato nella sola Serie A sempre dal mister marchigiano: 17. La StramaInter è ferma a 7 e deve ancora sudare per superare il Mancio. Motivo in più per continuare ad accumulare vittorie è il dato che vede Stramaccioni come il secondo allenatore con la più alta percentuale di vittorie nella storia dell'Inter del dopo Guerra (67,8%), dietro solo a Leonardo (68,7%). Mica male per un esordiente...

Sullo stesso argomento