thumbnail Ciao,

L'esterno granata non è stato convocato per il match di domenica contro il Bologna: "In questa stagione è partito benissimo poi si è fermato, un pò come successo l'anno scorso".

Dopo gli ottimi pareggi raccolti rispettivamente contro Lazio e Napoli, il Torino vuole cominciare a raccogliere punti pesanti anche davanti alla sua gente. La prima occasione sarà nel pomeriggio contro il Bologna di Pioli, diretto concorrente per la salvezza e reduce da un periodo poco proficuo dal punto di vista dei risultati.

Mister Ventura però predica attenzione, sa che i cali di tensione in questi casi sono dietro l'angolo: "Sappiamo bene a cosa andremo incontro. Sarà un match in cui non avremo grandi spazi e dovremo lottare contro giocatori di indubbia qualità come Diamanti e Gilardino. Non potremo permetterci il benchè minimo errore".

Resta il fatto che i Granata, dopo la doppia trasferta  a Roma e Napoli, sembrano aver acquisito una consapevolezza nei propri mezzi prima sconosciuta, e adesso è lecito rispettare tutti ma non temere nessuno. Anche l'allenatore ex Bari lo conferma: "Il Toro sta crescendo e si sta evolvendo. La gara di oggi è una tappa fondamentale del nostro percorso di crescita, per noi dev'essere come se affrontassimo il Real Madrid. Vincere sarebbe importante per tutta una serie di motivi".

Dunque oggi tappa importantissima,una di quelle pianeggianti che però riservano un arrivo in volata insidioso, e quindi da non sottovalutare. Mancherà quell'Alen Stevanovic apparso opaco nelle ultime uscite e sottotono negli allenamenti. Resta a casa per scelta tecnica, e Ventura motiva così la decisione: "Alen ha bisogno di confrontarsi con sè stesso. Deve capire che il 50% di Stevanovic  non serve mentre il 100% è fondamentale. In questa stagione è partito benissimo poi si è fermato, un pò come successo l'anno scorso".

Avrà altre chance di dimostrare il suo valore? "Speriamo di vederlo al top al più presto, noi lo aspettiamo,abbiamo bisogno di lui". Ma se l'esperto tecnico è disposto ad attendere, i compagni di reparto vogliono sfruttare l'occasione per colmare il vuoto lasciato dal serbo e ritagliarsi uno spazio importante. Per esempio Meggiorini, di cui ha parlato Ventura: "Ha lavorato molto bene e non vede l'ora di dare il suo contributo, come al solito". Sarà meglio che Stevanovic ricominci presto a pedale, altrimenti il distacco  dal resto della truppa potrebbe farsi incolmabile.

Sullo stesso argomento