thumbnail Ciao,

L'estremo difensore del Pescara ha compiuto vent'anni proprio quest'oggi: "Sto bene, ho preso una botta in testa, ma sto peggio per i goal. Gruppo unito per la salvezza".

Subire sei reti non è roba di tutti i giorni. Mattia Perin, oggi, non ha avuto scampo. Troppo decisa la Juventus per poterla fermare, 6-1 subito dal suo Pescara nel secondo anticipo della 12esima giornata di Serie A e umore nero.

A fine partita, Gigi Buffon, è andato a consolare il collega, da oggi 20enne: "Buffon mi ha detto di non mollare, di restare spensierato e di andare avanti" riferisce il giovane estremo difensore ex Genoa e Padova ai microfoni di 'Sky Sport'.

"Sto bene, ho preso una botta in testa, ma sto peggio per i goal. Sapevamo che avremmo affrontato una grande squadra, ma di certo non mi sarei mai aspettato di subire così tante reti" ha continuato Perin. "Questa sconfitta, secondo me, ci farà crescere tutti.

Serve un gruppo unito per la salvezza: "Lo siamo, lavoriamo cercando di far quello che ci dice il mister, è l'unico modo. Ora c'è un impegno con l'Under 21, speravo di festeggiare meglio il compleanno, sono contento di aver conosciuto Buffon, è stata l'unica cosa positiva della serata".

Sullo stesso argomento