thumbnail Ciao,

C'è il Derby, ma Zeman non perde il suo aplomb: "Una vigilia come le altre... tutti a disposizione tranne Stekelenburg. I tifosi? Quelli della Roma sono più caldi"

L'allenatore boemo in conferenza stampa stempera le tensioni delle ultime ore: "Conferenza stampa unificata? La Lazio non ha avuto tempo giustamente perché hanno giocato giovedi".

E' uno Zdenek Zeman flemmatico (c'erano forse dubbi al riguardo?) quello che si presenta nella sala stampa di Trigoria per la classica conferenza stampa di vigilia dell'attesissimo Derby della Capitale. Al contrario di passate schermaglie con i giornalisti, non c'è nessuna voglia di polemica da parte del tecnico della Roma, così come non viene raccolto il veleno racchiuso nelle domande sulla Lazio.

"Come è stata la vigilia e se ho cambiato idea nella mia considerazione di questa partita? E' stata una vigilia normale, si gioca domenica come domenica scorsa...", è l'attacco del boemo che fa capire l'aria - molto 'soft' - che tira. "In settimana si è lavorato per affrontare l'avversario al meglio, sono tutti a disposizione tranne Stekelenburg. Totti e Osvaldo sono convocati, poi bisogna valutare".

Ed eccole, inevitabili, le domande sui 'cugini', che Zeman stempera al massimo, anche se poi una battuta sul tifo la piazza... "La conferenza stampa unificata è saltata? La Lazio non ha avuto tempo giustamente, perché hanno giocato giovedi. Spero sarà per la prossima volta... Meglio Lazio o Roma? Sono stato bene in entrambe le squadre, la Roma ha una tifoseria più calda".

Si passa poi ad un commento su un paio di singoli della compagine biancoceleste: "Come fermerò Hernanes? Preparo la mia squadra contro l'altra squadra, non sulle individualità. Petkovic? Non lo conosco bene, sta facendo un buon lavoro. In ritiro la Lazio non rendeva bene, ma sta facendo un buon calcio organizzato, che dà fastidio a tutti".

Quanto alle sue scelte, Zeman è il solito muro di gomma: "Castan o Burdisso? Il brasiliano non era al meglio, io ho quattro difensori centrali che mi danno fiducia. Poi posso sbagliare nelle scelte... La questione portieri? Purtroppo Stekelenburg non è a disposizione e non è riuscito a recuperare, Goicoechea mi dà fiducia e ha fatto bene le ultime due partite, spero che continuerà".

"Chi sarà l'uomo derby? Il derby lo possono decidere tutti quelli che scendono in campo, difficile che lo facciano quelli in panchina... - è la battuta del boemo - Io ho gia in testa la formazione, devo fare qualche riflessione in questo giorno e mezzo, ma so che cosa vorrei fare. Ieri mancavano Totti e Osvaldo, ma sono soddisfatto nel complesso del lavoro fatto. De Rossi? Si è allenato a parte il primo giorno, ha qualche problemino risolvibile ma è a disposizione. Dodò? Sta migliorando...".

Zeman non ritiene che l'ultimo successo della Roma sia da sminuire alla luce dell'avversario incontrato: "Mi auguro di vedere nel derby continuità con quanto mostrato contro il Palermo, i ragazzi sono riusciti a giocare un calcio propositivo per 90 minuti e a fare un buon risultato contro una squadra che prima di venire a Roma aveva fatto cinque risultati consecutivi utili. L'espulsione e squalifica di Destro? Ha commesso un'ingenuità. Ha sbagliato, spero che impari, ma è successo a tanti anche piu esperti di lui. Farò di tutto per evitare queste cose".

Sullo stesso argomento