thumbnail Ciao,

Il capitano rossonero: "Puntare forte sugli uomini e su un allenatore, che sa come gestire certe situazioni, è la forza di questa società"

Parole da capitano vero, da leader in campo e fuori: Massimo Ambrosini ai microfoni di 'Milan Channel' ha parlato dell'operato di Allegri e della decisione della società di difendere l'allenatore da ogni attacco esterno, confermandolo alla guida della squadra anche nei momenti di maggiore difficoltà vissuti dal Milan in questo travagliato inizio di stagione.

Il centrocampista ha applaudito il lavoro della dirigenza del club di via Turati e del tecnico toscano: "Credo che la gestione del momento difficile che abbiamo vissuto sia stata impeccabile da parte di tutte le componenti del Milan, incluso l'allenatore che è stato molto bravo. Si è messo in discussione, ha mostrato di avere un certo tipo di umiltà: cambiare modulo è stato un modo per trovare il bandolo della situazione".

"La gestione - ha continuato Ambrosini - è stata ideale anche da parte della società, schierata apertamente al suo fianco difendendolo in ogni modo e dando così delle certezze alla squadra. In un momento del genere, fare quadrato è stato importante e i tifosi sono stati esemplari: non so in quante altre realtà, ci sarebbe stata una difesa di questo tipo da parte dei tifosi. Anche noi giocatori non abbiamo mai fatto mancare l'impegno".

Il capitano del Milan ha poi aggiunto: "Puntare forte sugli uomini e su un allenatore, che sa come gestire certe situazioni, è la forza di questa società. La società ha fatto bene a tutelare l'allenatore, con cui ho un rapporto di chiarezza estrema. Ancor di più quest'anno, perché insieme a Yepes sono il più anziano".

Sullo stesso argomento