thumbnail Ciao,

Si avvicina la stracittadina, l'ex presidentessa parla di derby e di due ex mister diventati grandi: "Stramaccioni e Montella, professionalità creata da noi".

Ne ha vissuto, di derby, Rosella Sensi. Dall'anno scorso, però, l'ex presidentessa della Roma è solamente una tifosa giallorossa. La stracittadina della capitale si avvicina a grandi passi, occasione per lei di parlare a proposito della sua vecchia compagine.

Fa discutere il rapporto tra Daniele De Rossi e mister Znedek Zeman: "Ho avuto la fortuna di conoscere De Rossi e Zeman. La Roma prima di tutto: non voglio pensare che un giocatore forte come Daniele, con il quale la piazza si identifica, possa andar via. Non voglio pensarci nemmeno ad una cessione, tutto si risolverà".

Capitan Francesco Totti stupisce, all'epoca la stessa Sensi venne criticata per il suo rinnovo: "Fortunatamente gli abbiamo fatto il contratto, ha fatto bene, sta facendo bene, dà sempre grande aiuto alla Roma. Sono contenta per lui, mi sembra quasi che giochi meglio ora. Con l'età migliora. Mai avuto dubbi, anche se qualcuno era contrario al rinnovo".

Sentita da 'Radio Radio', nelle sue dichiarazioni c'è spazio anche per gli ex Montella e Stramaccioni: "Sono felice per loro, se lo meritano. Il settore giovanile della Roma ha sempre lavorato bene, un grande plauso a Bruno Conti. Senza cercare altrove le professionalità, le abbiamo create da noi".

"Lotito? Pensi solo alla sua Lazio. Queste chiacchiere non fanno bene al derby" ha continuato, prima di parlare dell'attuale romanità nella società statunitense: "Io mi diverto quando ripenso a qualche giocatore che insegnava qualche parola romana agli stranieri. C'è anche ora".

Sullo stesso argomento