Pato si riprende il Milan: "Che bello tornare a far goal a San Siro, qui è come essere in una famiglia. La numero 9? L'ho sempre sognata..."

L'attaccante brasiliano ha risposto alle domande dei sostenitori rossoneri attraverso il profilo ufficiale del club parlando anche del ritorno in campo e di futuro.
L'attaccante del Milan, Alexandre Pato, ha risposto alle domande dei tifosi attraverso il profilo 'Twitter' ufficiale della società rossonera. Tra i 'botta e risposta' più interessanti, c'è senza dubbio quello in cui il brasiliano commenta il rapporto con il pubblico e i motivi che lo spingono a non andare via.

Il 'Papero', rientrato a pieno regime dopo il calvario di infortuni che ne ha condizionato impiego e rendimento, è tornato al goal in Champions contro il Malaga: "Sono stato felicissimo di aver segnato a San Siro. Il feeling con i tifosi intorno a me è stato straordinario. Durante tutto il tempo in cui sono rimasto fermo, ho avuto grande determinazione per poter tornare a giocare bene", ha confidato.

Sui rumors che spesso lo danno vicino all'addio, il bomber assicura: "Chiunque lavora per il Milan è speciale e questo è il motivo per il quale amo essere qui. E' come una famiglia. Il momento più bello? I festeggiamenti dello scudetto in Duomo a maggio 2011: indimenticabili!".

Sulla scelta del numero nove, Pato rivela: "Ho sempre sognato di indossarla, è una maglia storica. Mi auguro di poterla avere anche nella Nazionale brasiliana. Il mio idolo? Da sempre, Ronaldo". A chi invece gli domanda qual è stato il goal più bello e importante segnato in rossonero, lui dice: "Tutti i miei goal sono importanti, quello speciale arriverà".

Inoltre, c'è stato spazio anche per qualche domanda personale a cui il verdeoro ha così risposto: "Il mio piatto preferito è la carbonara, dell'Italia amo la gente e il cibo. Nel Brasile vado d'accordo con tutti, siamo un gruppo perfetto".