thumbnail Ciao,

L’Inter cerca di mettere un freno alla digitalizzazione della vita dei giocatori, ma Sneijder resta ancora un irrefrenabile utente di twitter.

Nell’Inter 2.0 non c’è spazio per i social network, affari che da quest’estate vengono gestiti solamente dalla società per evitare scomodi incidenti diplomatici. Via via richiamati all’ordine, i giocatori nerazzurri sono stati avvertiti che travasare la propria vita su twitter o facebook oltre a non essere professionale, è un comportamento che la società sanziona.

L’unica mosca bianca che evade le prescrizioni mediche è Wes Sneijder: l’olandese, fuori dal 26 settembre per infortunio, non riesce a smettere.

Questa twitterdipendenza sembra che stia lentamente allontanando il talento di Utrecht dal club. All’indomani della vittoria contro il Partizan non sono piaciuti a Moratti&co. Le confessioni della moglie Yolanthe che attacca l’Inter per il silenzio imposto a Wes.

Solo lui non può scrivere… - ha tuonato la Cabau dal suo account – Io sono triste perchè lui da sempre il massimo per la squadra con tutto il cuore".

Yolanthe protegge il marito attribuendo alla sua empatia verso la squadra l’esigenza di supportare on line i compagni. Insomma: è infortunato, fatelo almeno sfogare su Internet. “Ma va bene dopo – altro post della bella Yolanthe – vedremo come Wes torna per vincere con l'Inter!”.

E il problema è proprio quello: Sneijder sta per tornare. In molti si chiedono come potrà entrare di nuovo in una squadra che ormai ha trovato dei fantastici equilibri.  Non si starà forse cercando un pretesto per escludere legittimiate uno dei reduci più scomodi del post Triplete?

Sullo stesso argomento