thumbnail Ciao,

La Formica Atomica ha segnato quattro reti in questo avvio di stagione, lo stesso bottino dell'inamovibile Vucinic... Ed invita critica e tifosi a spalancare gli occhi.

Ormai non è più un caso isolato, ma evidentemente una vera e propria strategia, per contrastare sul piano mediatico quelle che la Juventus ritiene essere polemiche strumentali, laddove sul terreno di gioco gli avversari in riescono a contrastarla.

E così anche stavolta, alla vigilia della trasferta di campionato di Pescara, la società bianconera ha comunicato che non avrà luogo la tradizionale conferenza stampa dell'allenatore Angelo Alessio (peraltro già vice dello squalificato Conte).

Non si potranno avere dunque anticipazioni sulla formazione che scenderà in campo all'Adriatico, soprattutto riguardo alla composizione dell'attacco, dove - dopo l'ottima prestazione in Champions contro il Nordsjaelland, con tanto di primo goal nelle coppe europee - stanno salendo parecchio le quotazioni di Sebastian Giovinco, la cui esultanza è parsa, nella circostanza della rete messa a segno mercoledì, non poco polemica.

Secondo quanto riporta il 'Corriere dello Sport', infatti, quel fare il gesto degli occhi spalancati significava l'invito, rivolto ai suoi detrattori, a "guardare" bene le sue gesta in campo, senza fermarsi a pregiudizi dai quali la Formica Atomica non riesce a liberarsi.

Del resto, sottolinea il quotidiano romano, in questa prima parte di stagione Giovinco ha messo a segno quattro reti, esattamente il bottino dell'inamovibile Vucinic, per il quale le critiche sono ben diverse...

"Ultimamente Sebastian è stato trattato malissimo, gratuitamente - attacca il suo ex allenatore delle giovanili bianconere Vincenzo Chiarenza a 'Sportitalia' - si sono dette anche delle cattiverie su un ragazzo eccezionale. Giovinco merita la Juventus perché in pochi hanno le sue caratteristiche in Europa, come tecnica e professionalità".

Sullo stesso argomento