thumbnail Ciao,

L'ex difensore avrebbe avuto il compito di sondare la disponibilità di Preziosi a vendere il club. In mattinata, però, è arrivata la smentita del Genoa e dello stesso Kaladze.

In più occasioni Enrico Preziosi ha invitato eventuali acquirenti a farsi avanti per rilevare il Genoa. Un'occasione buona in tal senso poteva essere il presunto interessamento per il club da parte dell'ex rossoblù Kakhaber Kaladze, ritiratosi la scorsa estate dal calcio giocato e attualmente impegnato in politica nel suo paese.

Stando alle indiscrezioni pubblicate oggi da alcuni quotidiani genovesi, Kaladze, attuale ministro per l'energia della Georgia, avrebbe avuto il compito di sondare il terreno presso la società ligure per conto addirittura del primo ministro, il miliardario Ivanischivili, a capo di un potente gruppo pronto ad investire all'estero.

Sono stati però proprio il Genoa e lo stesso ex calciatore a smentire tutto, tramite un comunicato a doppia firma, apparso sul sito ufficiale del club, che vi riportiamo di seguito: "In relazione alla (non) notizia pubblicata in data odierna su organi di stampa locali e destituita di ogni fondamento, il Genoa Cfc smentisce qualunque manifestazione d’interesse da parte di un gruppo straniero, riconducibile all’ex calciatore Kakhaber Kaladze, ai fini di una presunta acquisizione".

"Lo stesso attuale Ministro dell’Energia del Governo Georgiano, Kakhaber Kaladze - si legge ancora - desidera fermamente precisare di non avere accarezzato alcuna idea al riguardo, a titolo personale o per conto di soggetti terzi, fermo restando il grande affetto che nutre nei riguardi della Proprietà, della Società e di tutta la Comunità Genoana".

Sullo stesso argomento