thumbnail Ciao,

Sarà una Sampdoria sempre più ambiziosa, parola di Sensibile: "Vogliamo arrivare stabilmente tra le prime 8". Ieri nuovo intervento per Pozzi...

Il ds blucerchiato ha fatto chiarezza sugli obiettivi del club. Ieri, intanto, è stato operato l'attaccante, che si fermerà per un altro mese. Ferrara conta di recuperare Eder...

D'improvviso la frenata. Dopo un ottimo avvio di campionato, la Sampdoria ha vistosamente rallentato, raccogliendo solo un punto in tre partite. Ora i blucerchiati, a partire dal match di Parma, dovranno provare a rialzarsi, in modo da non vanificare quanto fatto di buono finora.

"Le insidie per la gara di domenica nascono dal fatto che il Parma è una buona squadra e che noi veniamo da due sconfitte consecutive", ha spiegato ieri il ds Pasquale Sensibile, intervistato da 'PrimoCanale'. La sosta, dice, non è stata affatto gradita "anche perché avevamo tanta rabbia in corpo e avremmo preferito giocare invece un turno infrasettimanale. Siamo comunque fiduciosi di poter fare una buona gara, cancellando così questo mini-ciclo negativo. Il mio obiettivo è quello di portare la Samp stabilmente tra le prime otto", le sue parole, evidenziate da 'TuttoSport'.

In casa Samp si confida molto sui goal di Maxi Lopez, per ora fermo a quota 3: "Non so quanti ne farà, mi auguro tantissimi. L’importante è che riesca a buttarsi alle spalle i momenti negativi dal punto di vista professionale e personale, ma lo vedo lavorare tutti i giorni e innanzitutto è un uomo molto serio e motivato. E’ arrivato alla Sampdoria in un momento del suo percorso che gli impone di dare qualcosa in più, per sè stesso e per la squadra".

La scorsa settimana i blucerchiati hanno ricevuto la visita dell'ex Cassano, che si è intrattenuto a lungo anche con lo stesso Sensibile: "Ho avuto modo di parlare a lungo con Antonio ed ha una sensibilità calcistica fuori dal comune. Guarda tante partite con la genialità del talento e chissà che un giorno non possa venire a darci una mano, anche se gli ho consigliato di continuare a giocare più a lungo possibile; primo perché è il mestiere più bello del mondo e secondo perché quando scende in campo tutti ci divertiamo".

Si diverte un po' meno, invece, Nicola Pozzi, che ieri è stato operato al ginocchio e dovrà rimanere fermo per un altro mese. Il bomber sembrava pronto per il rientro, quando invece si è dovuto fermare di nuovo. "Pozzi - si legge nel comunicato diffuso dalla società - è stato sottoposto ad artroscopia al ginocchio destro in seguito alla comparsa di due episodi di blocco articolare successivi alla distorsione. Durante l’intervento sono stati asportati due piccoli corpi liberi intrarticolari. Nei prossimi giorni il giocatore seguirà un ciclo di fisioterapia per poter riprendere quanto prima l’attività agonistica".

Episodi, ahilui, frequenti nella sua carriera, e che ora costringeranno il tecnico Ferrara a fare di tutto per recuperare Eder, che ha garantito di avere buone sensazioni sulla sua disponibilità in vista di Parma. Oggi pomeriggio, intanto, rientrerà (con due giorni di anticipo) il paraguaiano Estigarribia, che è stato squalificato per un turno con la sua nazionale.

Sullo stesso argomento