thumbnail Ciao,

In occasione del 35esimo compleanno del bomber, il presidente Pozzo fa gli auguri al suo capitano, auspicando per lui un futuro in società come responsabile dei giovani.

Antonio Di Natale, capitano indiscusso dell'Udinese e recordman di goal con i friulani, spegne oggi  35 candeline. A fargli gli auguri è il suo presidente Giampaolo Pozzo, che sfoglia l'album dei ricordi ripercorrendo la carriera in bianconero di Totò, dai primi passi fino agli ultimi scintillanti anni, che l'hanno portato ad indossare la maglia della Nazionale.

 "A nome mio e di tutta la mia famiglia voglio porgere al nostro capitano i migliori auguri di un felice e lieto compleanno. Quando Totò arrivò da noi, ragazzo e fresco di retrocessione con l'Empoli, avevo grossa fiducia nelle sue potenzialità ma onestamente non pensavo che sarebbe potuto diventare l'uomo simbolo della nostra società e il più importante giocatore dei 26 anni della mia gestione".

L'azionista di riferimento della società friulana ha poi proseguito con un ringraziamento a Di Natale sia come calciatore che come persona: "Il talento del calciatore - prosegue Pozzo - non è neanche lontanamente in discussione. Ma quello che mi ha più colpito in tutti questi anni è la sua incredibile disponibilità dimostrata nei confronti della società, della città di Udine e della mia famiglia, per cui ormai è diventato davvero come un figlio adottivo".

Riguardo al futuro, Pozzo non ha dubbi: "Sono certo che Di Natale rimarrà a Udine anche al termine della sua straordinaria carriera. Con che ruolo? Quando lui, e soltanto lui, deciderà di appendere le scarpette al chiodo mi piacerebbe iniziare un percorso dedicato ai più giovani. Totò - conclude - è un esempio per i più piccoli, dentro e fuori dal campo".

Sullo stesso argomento