thumbnail Ciao,

Il giovane difensore brasiliano è una delle rivelazioni di questo inizio di stagione: "Esordire a 18 anni è stato sensazionale. Burdisso mi consiglia, Zeman crede in me".

L'esordio alll'Olimpico con l'Atalanta dal primo minuto è stato probabilmente il momento più bello della ancor brevissima carriera di Marquinhos. Il difensore brasiliano classe '94 ha impressionato tutti: tifosi, compagni e soprattutto Zeman, che ha dimostrato di credere molto in lui. La Roma sa di avere in casa un grande talento.

"L'esordio in Serie A è stato meraviglioso - ha detto il giocatore a 'Sky Sport' - . A 18 anni sono arrivato a Roma, due mesi e ho esordito, sensazionale". Avere Zeman come allenatore è sempre un vantaggio alla sua età: "Gli piacciono i giovani, io sto molto bene. Mi sto allenando, sto lavorando forte, sceglie il mister".

Come le scelte che hanno portato all'esclusione De Rossi e Osvaldo... "E' il lavoro del mister, ha pensato che doveva metterli in panchina, va bene così". Per Marquinhos arrivano aiuti e consigli dai più esperti compagni di reparto: "Con Castan avevo giocato già 3-4 partite in Brasile, Burdisso è' bravissimo, credo che sia un gran professionista, mi ha aiutato tantissimo, parla con me tutti i giorni e prima delle partite".

A Marquinhos piace tanto questa Roma giovane: "Mi hanno colpito molto Florenzi, Destro e Romagnoli. Marquinhos-Romagnoli coppia difensiva del futuro? Stiamo lavorando per questo". Per questo è per qualcosa di più grande che il baby brasiliano non ha paura a pronunciare: "L'obiettivo è lavorare per vincere lo scudetto".

Sullo stesso argomento