thumbnail Ciao,

In casa azzurra tengono sempre banco le polemiche sul presunto trattamento di favore riservato da Prandelli agli juventini in vista della sfida contro il Napoli.

Cesare Prandelli è letteralmente insorto davanti all'accusa proveniente da Napoli, e oggetto addirittura di una telefonata da parte di Aurelio De Laurentiis al presidente federale Abete, di aver avuto un occhio di riguardo nei confronti dei giocatori della Juventus, dispensandoli dai primi allenamenti della Nazionale.

"Ecco le polemiche che non esistono, le storie inventate, che ci fanno male - è sbottato il Ct azzurro - Da sempre lunedì e martedì sono i giorni dedicati ai lavori personalizzati. Ma qui non ci sono preferenze per nessuno, nessun favoritismo".

Sulla questione si è espresso anche Claudio Marchisio, che ha mandato un 'contro messaggio' agli sfidanti del prossimo 20 ottobre: "E' una notizia uscita male, quella che ci riguardava. In quel momento noi stavamo facendo lavoro fisico, non certo defaticante. Le lamentele di De Laurentiis? Lui forse vuol mettere peperoncino sulla sfida che ci aspetta. Non so se ci temono. Di sicuro noi siamo gente abituata a faticare. Non siamo dei raccomandati, ma dei lavoratori".

Sullo stesso argomento