thumbnail Ciao,

L'attaccante iberico 'discolpa' il tecnico: "Serve maggiore attenzione in campo e un po' di fortuna". E sull'ex 'blaugrana' non si sbottona ma ammette: "Con lui ho vinto tanto".

La crisi del Milan ha un 'colpevole' in meno, almeno secondo Bojan Krkic. L'attaccante spagnolo ha un'idea precisa di quali siano i motivi che non stanno consentendo ai rossoneri di veleggiare ai vertici della classifica con risultati deludenti.

"Il problema non è Allegri - assicura l'iberico in occasione di un evento al megastore in Piazza San Babila dove è intervenuto insieme a Massimo Ambrosini - Per quello che ha fatto al Milan merita rispetto. I problemi sono altri: serve più attenzione in campo nei momenti chiave e anche un po' più di fortuna non guasterebbe".

Una certezza, quella di Bojan, avvalorata dal commento alle voci che accostano Pep Guardiola alla panchina del Milan: "Per rispetto del nostro allenatore non voglio parlare di queste voci, posso solo dire che con lui al Barcellona ho vinto molto".

Sulla crisi, il giovane attaccante arrivato dalla Roma è fiducioso: "Non guardo le squadre che sono dietro di noi, sappiamo che la nostra posizione non è buona, ma sappiamo anche che non rispecchia la realtà. Credo che il Milan come squadra e organico sia da primi tre posti".

Chiusura su Pato e sul derby di domenica scorsa: "Mi ha impressionato in allenamento per forza e velocità, è uno dei più forti con cui mi sia allenato - dice Bojan sul 'Papero' - Contro l'Inter non abbiamo perso per colpa dell'arbitro, arbitrare non è facile, loro possono sbagliare come noi calciatori".

Sullo stesso argomento