thumbnail Ciao,

L'attaccante svedese in conferenza stampa apre le porte ad un ritorno in rossonero: "Voglio il meglio per il Milan, mi sentivo a casa. E' un grande club, immagino di tornarci"

Da solo al Psg ha realizzato più goal di quanti ne ha messi a segno il Milan in questo avvio di campionato: che l'addio di Zlatan Ibrahimovic abbia lasciato un vuoto incolmabile nel club rossonero è ormai un dato di fatto.

La novità di oggi è che però potrebbe non essersi trattato di un saluto definitivo tra il fuoriclasse svedese e la società di via Turati: dal ritiro della nazionale infatti Ibra ha aperto le porte ad un clamoroso ritorno in rossonero.

"Voglio il bene del Milan - ha dichiarato l'attaccante davanti ai giornalisti svedesi - mi è piaciuto stare lì, mi sentivo a casa. E' uno dei club in cui mi immagino tornare  se dovessi scegliere oggi. Di solito non si torna di nuovo dove già si è stati, ma il Milan è un grande club",
ha spiegato Ibrahimovic, che anche in passato aveva lasciato intendere di non aver cambiato maglia per volontà propria ma piuttosto per decisione del club rossonero.

Zlatan ha poi commentato il difficile momento che sta vivendo il Diavolo, in crisi di risultati e di identità: "Non è che mi fa male, ma voglio che il Milan vada bene. Voglio che abbiano successi e c'è solo da sperare che vada tutto per il meglio. Ma se hanno bisogno - ribadisce infine - io ci sono".

Sullo stesso argomento