thumbnail Ciao,

Le indagini partite un anno fa circa a Fermo, avrebbero portato all'individuazione di 20 calciatori professionisti, 15 di Serie B o Lega Pro e cinque di Serie A.

Il calcio italiano potrebbe presto fare i conti con un nuovo scandalo: quello delle carte d'identità. La procura di Fermo infatti, sta indagando da tempo su presunte irregolarità relative al conseguimento della cittadinanza italiana da parte di alcuni giocatori.

Le indagini partite un anno fa circa, avrebbero portato all'individuazione di 20 calciatori professionisti, 15 di Serie B o Lega Pro e cinque di Serie A. Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, tra questi ultimi ci sarebbe anche l'attaccante del Catania, Gonzalo Bergessio.

Secondo il quotidiano, l'attaccante si sarebbe recato nelle Marche per ottenere la cittadinanza italiana fornendo una documentazione che secondo gli inquirenti potrebbe non essere autentica.

La posizione dell'attaccante del Catania, inoltre, sempre secondo quanto riferito dallo stesso quotidiano, si sarebbe ulteriormente aggravata nelle ultime ore in seguito alla confessione di un funzionario delegato all'anagrafe del centro marchigiano, il quale non avrebbe raccolto le carte necessarie per concedere il documento al giocatore.

L'inchiesta è ovviamente solo all'inizio e potrebbe riguardare anche una big del nord, una squadra di Roma ed una del Sud. Il mirino degli investigatori non è puntato solo sul mondo del calcio, ma anche su quello della pallavolo e del basket.

Sullo stesso argomento