thumbnail Ciao,

In tutto la formazione titolare dei biancocelesti è costata alla società 42 milioni e 300 mila euro. Dopo gli ottimi risultati di questo avvio di stagione, ne vale già 82,1.

Spendere poco, ma farlo bene, e ottenere grandi risultati. E’ un po’ questa, in sintesi, la politica della Lazio di Lotito, che con Petkovic al timone, sta stupendo un po’ tutti, e occupa attualmente il terzo posto in classifica a pari merito con l’Inter.

La filosofia del patron biancoceleste è chiara, come riferisce oggi ‘La Gazzetta dello Sport’: meglio un top team che un top player. Tanto che nell’11 titolare dell’allenatore bosniaco solo tre giocatori sono stati pagati più di 5 milioni di euro, e solo uno, Hernanes, più di 5.

L’intera squadra titolare è costata appena 42 milioni e 300 mila euro, la stessa somma che in Europa i top club pagano di solito per un grande bomber, e ora si può dire che il valore sia già, in pratica, raddoppiatto, se è vero che corrisponde a 82 milioni e 100 mila euro.

A fare la differenza, finora, per i biancocelesti, è stato invece il gioco collettivo, che ha esaltato le qualità del tandem Klose-Hernanes, sicuramente i due giocatori di maggior valore assoluto dell’organico. E quest’anno il d.s. Tare e i suoi collaboratori non hanno nemmeno ripetuto  l’errore di puntare sul grande nome (Cissè).

Ora i biancocelesti, approfittando della sosta per le Nazionali, possono preparare con cura la sfida contro il Milan, che, anche per la delicata classifica della squadra rossonera, si annuncia già incandescente.

Sullo stesso argomento