thumbnail Ciao,

La classifica preoccupa, ma la società la considera bugiarda e il tecnico livornese punta sul rientro di Pato per recuperare terreno in graduatoria e allontanare la zona pericolo.

Mai così in basso nell'era Berlusconi. Come sottolinea stamane il quotidiano torinese ‘Tuttosport’, questa, con appena 7 punti in 7 gare, è la peggior partenza del Milan in campionato da quando il Cavaliere ha rilevato la proprietà del club. I rossoneri hanno fatto ancora più male dell’infelice stagione 1997-98, quando collezionarono 8 punti nelle prime 7 partite.

La società, e l’amministratore delegato Adriano Galliani in primis, accusa Valeri per l’arbitraggio nel derby con l’Inter, ma al contempo chiede al tecnico Massimiliano Allegri di portare al più presto la squadra fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica.

La situazione, per l’allenatore livornese, ritorna ad essere inevitabilmente incandescente, anche se la fiducia nei suoi confronti non è incondizionata, ma a tempo. Mauro Tassotti, al momento suo secondo, resta la soluzione più probabile qualora la situazione dovesse degenerare.

La società non fa mistero di ritenere che l’organico messo a disposizione di Allegri, seppur non da Scudetto, valga comunque uno dei primi posti in classifica, e di ritenere inaccettabile l’attuale posizione in graduatoria dei rossoneri, a un passo dalla zona retrocessione.

C’è peraltro un precedente piuttosto inquietante. Negli ultimi 40 anni solo nella stagione 1981-82 la squadra rossonera aveva raccolto meno punti nelle prime 7 gare di campionato. E quel Milan, con Farina presidente e Giacomini prima, Galbiati poi, in panchina, si piazzò al terz’ultimo posto,  retrocedendo mestamente in Serie B.

La pressione nei confronti di Allegri diventa dunque sempre maggiore. L’allenatore livornese ha un contratto fino al 2014, ma sa bene che la pazienza della società di Via Turati non sarà infinita.

Serve risollevarsi, e al più presto, e la dirigenza crede che continuando a crescere sul piano del gioco i risultati arriveranno. Soprattutto se, come sembra, Allegri potrà disporre nuovamente del miglior Pato, sabato autore di una doppietta con la formazione Primavera.L’obiettivo, che oggi sembra molto distante, è quello almeno di avvicinare il terzo posto.

Sullo stesso argomento