thumbnail Ciao,

E' tempo di amare riflessioni in casa Milan dopo il derby perso contro l'Inter nonostante la superiorità numerica avuta per circa 40 minuti. A parlare di quali potranno e dovranno essere le contromosse in casa rossonera è stato l'amministratore delegato Adriano Galliani.

"E' una cosa inutile parlare dell'arbitro e dire che ha fatto male, tutti i giornali gli hanno dato 4. C'era sicuramente il nostro goal e forse anche un rigore. Purtroppo è capitato che ai problemi che già abbiamo come squadra si sia aggiunta questa direzione arbitrale. E' stato un peccato, la partita l'abbiamo fatta solo noi, che comunque ripeto, abbiamo le nostre colpe".

Per questo motivo Galliani ha intenzione di parlare con Allegri: "Devo parlare con Allegri. E' chiaro che l'organico non è quello di una volta, ma non penso che valga neanche la classifica che abbiamo attualmente. C'è una squadra che può ancora stare nelle prime posizioni. In questo momento l'unica cosa alla quale dobbiamo pensare sono le prossime partite di campionato, dobbiamo necessariamente ritrovare l'assetto di squadra giusto. Robinho e Boateng sottotono? Non parliamo dei singoli".

Nonostante questo non c'è nessun pericolo per Allegri: "Ho sentito il presidente Berlusconi, era di buon umore. E' chiaro che i tanti goal presi da palle inattive sono un problema, ma ci penserà l'allenatore. Allegri non è assolutamente a rischio". Ma farebbe meglio a drizzare le antenne, in ogni caso.

Chiosa ancora sull'arbitraggio: "Stramaccioni? Non voglio commentare le cose degli altri. Non mi sento affatto derubato, dico solamente che l'arbitraggio contro i nerazzurri mi è sembrato inadeguato".

Sullo stesso argomento