thumbnail Ciao,

Il risultato sul campo emetterà una prima, provvisoria sentenza su scelte di mercato e ricette societarie per la stagione che sta entrando nel vivo.

Da una parte la voglia di rinascita attraverso una conversione parziale, se non totale, dopo anni di errori e sofferenze. Dall’altra l’eccentrica competenza e quella disperata voglia di una stabilità inarrivabile, per adesso, quantomeno. E' la sfida odierna tra Torino e Cagliari, è la sfida infinita tra Cairo e Cellino

I sardi sono chiamati al riscatto dopo l'ennesimo cambio di timone, se cambierà anche la rotta sarà il campo a dircelo. L'ultimo ribaltone di marca celliniana resta un'operazione sistematica, o quasi, alla quale è però ricorso spesso anche Cairo. E' questo il filo conduttore principale tra i due presidenti, tuttavia una piccola distinzione sembrerebbe porsi: il patron granata infatti, al contrario del suo collega, pare si stia distaccando dall'etichetta di mangia-allenatori. La prossima crisi ci svelerà se il cambiamento è definitivo o rimarrà un semplice fuoco di paglia.

Cairo contro Cellino è però molto altro, un duello fatto di frecciate, sbandate e sgambetti. Sul mercato, certamente. Michele Canini resta ferita aperta nel cuore di Cairo rappresenta l'ultimo sgarbo tra i due patron. In cima alla lista dei desideri del Toro a Luglio, è diventato un rinforzo del Genoa dopo l'alzamento infinito dell'asticella da parte di Cellino. Discorso simile per Luca Rossettini: Cairo gli mette gli occhi sopra e il presidente rossoblu glielo soffia all'ultimo.

Botte e risposte e i messaggi trasversali non mancano. Come quando il patron cagliaritano ha tolto la maschera al Torino, e di conseguenza anche il giocatore, l'uruguaiano Matias Cabrera. "E' un ottimo giocatore e lo vorrei al Cagliari, ma il club granata ha offerto di più". Risultato: il centrocampista è rimasto al Nacional di Montevideo.

Quest'oggi si ritroveranno in tribuna per la sfida tra Cagliari e Torino. Questa volta sarà sul campo. Che vinca il migliore...

Sullo stesso argomento