thumbnail Ciao,

Guidolin non vuole cullarsi sugli allori di Anfield, adesso c'è il Napoli: "Rituffiamoci nella nostra realtà, in classifica non siamo messi bene..."

Non c'è nemmeno il tempo di godersi la storica vitoria ad Anfield contro il Liverpool. L'Udinese, infatti, vola al San Paolo per giocare contro il Napoli un match difficilissimo ma allo stesso tempo molto importante. A caricare la squadra ci ha pensato mister Guidolin, che non vuole sentir parlare di rilassamento.

"Rituffiamoci nella nostra realtà e non parliamo più di giovedì", il pensiero primario del tecnico friulano in conferenza stampa. "Quello che dirò ai miei giocatori - continua il 'Guido' -  sarà di rituffarsi nella realtà del campionato sapendo bene che in classifica non siamo messi molto bene e affrontiamo una squadra molto forte che sta puntando allo scudetto".

Il tecnico bianconero ha parlato anche delle scelte di Mazzarri in Europa League: "Secondo me ha ragione Mazzarri quando dice che stanno privilegiando una competizione. Il Napoli sente la possibilità di poter lottare fino alla fine e questo aumenterà le nostre difficoltà perché sono concentrati sull'obiettivo e hanno giocatori più freschi di noi per l'ampio turnover fatto".

Guidolin lo ribadisce a tutti in conferenza: concentrazione massima. "Dobbiamo voltare subito pagina e sapere che dobbiamo fare determinate cose: essere molto concentrati e coesi, generosi e solidali. Tutto questo non ha nulla a che vedere con il pericolo di appagamento. Dobbiamo guardare la nostra classifica".

Ultima battuta su Totò Di Natale e sulla possibilità di vederlo o no in campo dall'inizio: "Ho poco tempo per decidere, ma non è un alibi perché anche il Napoli ne ha avuto poco. Posso solo dire che il morale è buono e non siamo stanchi".

Sullo stesso argomento