thumbnail Ciao,

Il procuratore del terzino paraguaiano respinge le critiche nei confronti del suo assistito: "In Italia si è troppo frenetici nel giudicare un giocatore arrivato dall'estero".

Il tormentato avvio di stagione lo ha fatto finire in panchina, ma domenica Ivan Piris è pronto a riprendersi la titolarità della fascia destra di difesa. Zeman lo sta provando nell'undici che dovrebbe opporre all'Atalanta e l'agente del paraguaiano rassicura la Roma.

"Piris sta bene, è tranquillo, sa di avere delle qualità adatte per imporsi - ha dichiarato Giuseppe Addamiano a 'Ilsussidiario.net' - Bisogna lasciarlo lavorare, sono sicuro che crescerà assieme alla Roma che sta attraversando un momento di difficoltà. Non sono preoccupato, lui è sereno, e vuole continuare a dimostrare il suo valore".

A chi lo ha già 'etichettato' come acquisto sbagliato, il procuratore risponde: "In Italia si è troppo frenetici nel giudicare un calciatore arrivato dall'estero. E' un giovane di 23 anni che ha però all'attivo più di 100 presenze tra i professionisti, non è uno sprovveduto. Poi per carità, capita a tutti di sbagliare una cosa in stagione".

Sullo stesso argomento