thumbnail Ciao,

Alla vigilia del suo ritorno a Marassi, Gasperini non dimentica gli anni al Genoa: "Mi auguro di fare lo stesso lavoro anche con il Palermo"

Gasperini in conferenza stampa commenta la sfida di domani contro il Genoa. Il ritorno al Marassi gli riporta alla mente ricordi felici, ma ora è tempo di pensare al Palermo.

Gasperini ha parlato in conferenza stampa del turno di campionato che lo vede di ritorno al Marassi dopo quasi 2 anni. Il Genoa, squadra che gli ha dato maggior lustro come allenatore, affronterà il suo Palermo in uno dei due anticipi del sabato.

"Tornare a Genova? E' una piazza dove ho avuto delle grandi soddisfazioni,
- ha detto il tecnico di Grugliasco - dei grandi riscontri, una piazza che mi ha gratificato, la mia ambizione è fare il lavoro che ho fatto col Genoa anche col Palermo. Questo Genoa è molto diverso rispetto a quando l´ho lasciato io. La squadra è cambiata molto e quindi dovremo stare attenti ai tanti nuovi giocatori arrivati nelle ultime campagne acquisti".

Sulla trasferta il tecnico è convinto che i risultati arrivano poco per volta, a piccoli passi si arriva alla meta anche se c'è bisogno di più agonismo per uscire definitivamente dal momento difficile e iniziare a fare punti anche fuori casa.

"Dobbiamo cercare di fare una cosa per volta - ha sottolineato - Vincendo col Chievo abbiamo trovato un po' più di fiducia, ora dobbiamo solo pensare a fare una grande partita col Genoa. Per ora non ci sono obiettivi di classifica, dobbiamo guardare partita per partita. E serve più grinta per vincere anche in trasferta".

Match difficile, quello di Marassi: "Il Genoa sta molto bene ma noi dovremo dimostrare di poter dare una svolta al nostro campionato - ha detto 'Gasp' - Nelle ultime trasferte contro Atalanta e Pescara non abbiamo giocato male ma ci è mancata la cattiveria, siamo un buon gruppo ma dobbiamo cercare di invertire la rotta lontano dal Barbera".

Sul rapporto con l'amministratore delegato del Palermo Lo Monaco il tecnico commenta con piacere la sintonia, lo stesso modo di vedere il calcio: "Non mi piace quando le cose vengono inventate dalla stampa. Con Lo Monaco c'è grande identità di vedute sul piano tecnico e della squadra, di giocatori. E' una persona che fa molto bene il calcio, può essere una tutela importante, spero tanto che si costruisca qualcosa di bello insieme - ha continuato Gasperini - sperando anche che il presidente, che anche oggi era qui con noi, dia continuità alle sue scelte".

Sullo stesso argomento