thumbnail Ciao,

Alberto Gilardino torna a Firenze da ex dopo averci giocato tra il 2008 e il 2011. Ma adesso spera di tornare in Nazionale: "Ci spero, sarebbe bello giocare con Diamanti".

Alberto Gilardino ritrova il suo passato. Domenica l’attaccante del Bologna giocherà a Firenze e tornerà al 'Franchi' da avversario. Ai microfoni di 'Sky Sport' ha parlato dell’esperienza passata alla Fiorentina senza dimenticare il suo presente in maglia rossoblu.

“Sono molto felice di tornare al Franchi e di rivedere un grande amico come Luca Toni, con cui ho vinto il Mondiale e che può essere ancora utile alla Fiorentina. E mi auguro – ha continuato l’attaccante felsineo -  di rivedere presto Delio Rossi in panchina, anche se non mi piacquero le sue parole sul mio fiuto del goal smarrito. Ero rientrato in fretta da un infortunio e non riuscii a rendere in condizioni precarie”.

Proprio Gilardino ha militato nella Fiorentina tra il 2008 e il 2011 mettendo a segno 48 goal su 151 totali fatti in Serie A. Adesso, però,  con i goal realizzati con il Bologna vuole conquistare un posto in Nazionale. Si aspetta, insomma, una chiamata da parte del ct, Cesare Prandelli.

“A 30 anni non ho accantonato il sogno Nazionale - ha concluso Gila -  Sarebbe bello giocare in azzurro con Diamanti, che insieme agli altri compagni mi sta rendendo tutto facile”. Questo il sogno di Gilardino tornato ai livelli di un tempo e che ora spera di dare un dispiacere ai suoi ex tifosi. E chissà se metterà a segno il più classico goal dell’ex...

Sullo stesso argomento