thumbnail Ciao,

Il legale del Napoli è tranquillo: "Non ci sono indagati nè soggetti nei confronti dei quali viene mossa alcuna accusa".

La notizia della 'visita' della Guardia di Finanza nella sede del Napoli, è certamente una delle notizie di giornata. Nelle ultime ore, molte voci si sono rincorse, la cosa certa è che la volontà delle Fiamme Gialle, è quella di verificare alcuni dati contabili iscritti a bilancio relativa alla compravendita di alcuni giocatori.

A fare il punto sulla situazione, ci ha pensato il legale della società partenopea, Mattia Grassani: "La contrattualistica del calcio Napoli - ha detto all'Ansa - sia per il rapporto sportivo che per la cessione dei diritti d'immagine dei calciatori, è, dall'inizio della presidenza di De Laurentiis, sempre stata condotta in maniera rigorosa e nel pieno rispetto delle norme sportive e statuali vigenti e portando a termine tutti gli adempimenti fiscali e contributivi".

Grassani ha quindi spiegato qual è l'intento della Guardia di Finanza: "Non si è trattato di acquisizioni particolarmente onerose, ma di atti depositati anche in Lega Calcio e verificati dalla Covisoc e dai consulenti esterni della Deloitte. Sono quindi atti e documenti alla luce del sole. L'acquisizione di documenti da parte della Guardia di Finanza relativa ad alcuni contratti della Società Sportiva Calcio Napoli è oggetto di un'indagine conoscitiva che consiste in una mera acquisizione documentale su alcuni calciatori".

Il legale del Napoli ha poi puntualizzato una cosa importante: "Non ci sono indagati nè soggetti nei confronti dei quali viene mossa alcuna accusa".

Sullo stesso argomento