thumbnail Ciao,

L'ad rosanero a ruota libera: "Battere il Chievo ci ha dato fiducia, a gennaio se ci sarà l'occasione ci rinforzeremo. Ujkani e Hernandez? La società punta molto su di loro".

Il futuro di Fabrizio Miccoli si avvia ad essere ancora a tinte rosanero. L'amministratore delegato del Palermo, Pietro Lo Monaco, ha tranquillizzato le voci che vedrebbero il 'Romario del Salento' lontano dalla Sicilia e restìo a rinnovare il contratto.

"Io penso che Miccoli sia abbastanza sereno - ha detto Lo Monaco in conferenza stampa - Le sue dichiarazioni, a parte un po' di disagio, attestano la sua serenità. Quella del suo contratto è una situazione che discuteremo quanto prima. Ci saranno poche possibilità che il Palermo lo lasci andare via da qui. Dove deve andare? Chi se lo deve prendere? Ce lo teniamo noi qui, tanto è piccolo, non è ingombrante".

L'ad ha poi parlato del rinnovato entusiasmo in casa rosanero: "Domenica era importantissimo cercare di fare i tre punti. La squadra alla luce delle ultime due prestazioni aveva giocato bene ma raccolto pochissimo, quindi i tre punti sono serviti quantomeno a ridare un pochino di fiducia in più a sé stessi, in modo che la squadra possa essere più conscia delle sue possibilità".

L'obiettivo è quello di risalire la china, poi a gennaio apre il mercato e... "Se ci saranno delle possibilità non staremo con le mani in mano e daremo, se possibile, un supporto alla squadra - ha assicurato Lo Monaco - Attingerò alle mie conoscenze, cercheremo di dare un supporto ulteriore a questo organico, non per mancanza di fiducia, ma perché è doveroso cercare di migliorarlo sempre. Una cosa su cui puntiamo molto è anche il settore giovanile: l'idea è quella di avere in rosa 3-4 giocatori del vivaio, sarebbe una vittoria della società".

Su Zamparini, l'ad ha precisato: "Mi ci sento spesso, ama la squadra e non ha lesinato energie per cercare di far sì che il Palermo avesse soddisfazioni. E' un progetto a cui continua a credere. Se si parla di stadio e centro sportivo vuol dire che non è finita la sua avventura a Palermo. E' nata un'esigenza diversa per la gestione della sua azienda".

Il dirigente è poi tornato sulla presunta lite con Gasperini: "Io gli allenatori li ho sempre protetti, forse si voleva creare solo scompiglio. Una società deve sempre sapere come comportarsi. Quando è venuta fuori quella barzelletta dell´esonero di Gasperini mi sono fatto delle risate".

Infine, ecco il pensiero di Lo Monaco su due tra i calciatori che fin qui hanno maggiormente deluso: "Ujkani è un giocatore su cui la società punta, non esistono atti di sfiducia verso di lui. Hernandez dobbiamo cercare di riportarlo ad una condizione importante. In ottica futura e di patrimonializzazione è un capitale importante per il Palermo. Abbiamo il dovere di stargli vicino per tirare fuori il campioncino che è in lui".




Sullo stesso argomento