thumbnail Ciao,

Roma asfaltata allo Juventus Stadium, Zeman non usa troppi giri di parole: “Siamo stati in balia dell’avversario”

Zeman ha deciso di rilevare Totti nella ripresa: "Non ci siamo detti nulla. L'ho fatto uscire perchè pensavo che il risultato non fosse recuperabile".

Una serata così nemmeno nei peggiori incubi l'avrebbe forse immaginata. La Roma è stata travolta dalla Juventus in una gara a senso unico fin dalle primissime battute.

Zdenek Zeman, intervistato ai microfoni di Sky, ha così commentato il 4-1 patito allo Juventus Stadium: "Abbiamo cercato di fare la partita, non ci siamo riusciti. Siamo stati sempre in balia dell'avversario, la Juve ha dominato la partita. Non abbiamo nè difeso nè attaccato".

In molti si chiedono se la Roma abbia i giocatori giusti per il suo gioco: "Non difendiamo insieme, in tanti restano su e se non ci si aiuta in fase difensiva non va bene. Il problema è questo. Se le mie idee di calcio sono superate? Quando lo vedrò ve lo saprò dire, oggi si sono viste poco, non riusciamo ad esprimerci in questo momento. Forse la Juve ci crea qualche timore. Se gli attaccanti hanno le caratteristiche per andare in profondità? Si, Totti l'ha fatto per tanto tempo, oggi sono stati i terzini ed i centrocampisti a non salire su".

Quello della Roma è stato un inizio di stagione deludente: "Chi me l'ha fatto fare? Sono convinto che la squadra ce la farà, partite come queste servono a capire certe cose. Non abbiamo vinto un solo contrasto. Sono contento di essere venuto a Roma".

Zeman ha deciso di rilevare Totti nella ripresa: "Non ci siamo detti nulla. L'ho fatto uscire perchè pensavo che il risultato non fosse recuperabile. La preparazione? Oggi abbiamo corso poco ma credo che sia un discorso mentale. La Juve gioca meglio di noi perchè si conoscono meglio, si capiscono al volo".

Infine una battuta sull'accoglienza riservatagli dallo Juventus Stadium: "I tifosi della Juve? Non ho sentito niente".

Sullo stesso argomento