thumbnail Ciao,

Stramaccioni deve cercare la soluzione adatta affinchè il Principe - solo 2 goal finora - torni sui suoi livelli realizzativi.

Alzi la mano chi, questa estate, pensava ad un trend così negativo in casa - ma non solo, se vogliamo allargare il discorso - per le compagini milanesi, ancora incapaci di mettersi a proprio agio sul nuovo manto di San Siro dopo un mese tra campionato e coppe.

Probabilmente sareste stati in pochi, pochissimi, visto l'alto tasso tecnico di Inter e Milan che sulla carta avrebbe - e sottolineo avrebbe - dovuto consentire di adattarsi senza problemi alla novità. Fino ad ora, invece, sono arrivate solo tante delusioni, e se i rossoneri mercoledì sono riusciti a sfatare il tabù con il 2-0 inflitto al Cagliari, i nerazzurri sono ancora all'asciutto di vittorie casalinghe.

La squadra di Stramaccioni è alla ricerca di una propria identità, dopo aver sperimentato i moduli più disparati: albero di Natale, 4-4-1-1, difesa a 3... A risentirne di questa confusione tattica è soprattutto Diego Milito, il 'Principe addormentato' che in questo scorcio di stagione ha messo a segno la miseria di 2 goal, manco a dirlo entrambi lontano da Milano.

Dopo la scorsa annata, costellata da 26 goal, l'argentino sta facendo più fatica del previsto. Giocare sempre con compagni differenti non è mai facile per un attaccante, specie per uno con le caratteristiche di Milito che fa del feeling con i colleghi di reparto un dettaglio non di poco conto. Prima Cassano e Snejder, poi Palacio, poi Coutinho, poi di nuovo Cassano...

Ora però, complice l' infortunio di Wes, il bomber ex Genoa potrà migliorare il suo affiatamento con FantAntonio, arrivato negli ultimi giorni di mercato, ma soprattutto potrà tornare a duettare con il rientrante Palacio, con cui ha lavorato molto durante il ritiro estivo.

Intanto però la dirigenza nerazzura guarda già al mercato di gennaio, dove si tenterà di prendere un uomo d'area capace di far rifiatare la punta albiceleste, visto che il solo Livaja non basta. Il nome caldo è sempre quello del laziale Floccari, fuori dal progetto di Petkovic, ma si fanno anche i nomi di Negredo del Siviglia e Bergessio del Catania.

Gennaio però è ancora lontano, e in casa Inter è scattata l' operazione "recupero Milito". Che, guarda caso, non esulta sotto la Nord dalla tripletta nel derby del 6 maggio scorso, e il 7 ottobre sarà di nuovo stracittadina. Chissà che proprio l'odore di Milan non possa risvegliare il Principe addormentato...

Sullo stesso argomento