thumbnail Ciao,

Nervosismo fra i fiulani. L'attaccante avrebbe mancato di rispetto al suo allenatore, e per ragioni disciplinari è stato poi escluso dalla seduta di allenamento con i compagni...

Clamoroso all'Udinese. La squadra friulana ha appena rialzato la testa dopo l’avvio difficile di stagione, e già si ritrova a dover far fronte a una nuova, e, del tutto inattesa, grana. Secondo quanto riferito stamane dalla ‘Gazzetta dello Sport’, infatti, l’attaccante Antonio Di Natale e il tecnico Francesco Guidolin avrebbero avuto ieri mattina un duro litigio.

Sull’episodio esiste una duplice versione.  Secondo la prima, il litigio sarebbe avvenuto nello spogliatoio di Guidolin prima dell’allenamento fissato dall’allenatore di Castel Franco Veneto per l’ora di pranzo, in vista del lunch match di domani contro il Genoa. I compagni non avrebbero dunque assistito alla scena.
Secondo la seconda, invece, il battibecco si sarebbe verificato a inizio allenamento.

Totò in ogni caso avrebbe perso le staffe, mancando di rispetto al suo allenatore, e per ragioni disciplinari è stato poi escluso dalla seduta con i compagni. Pare inoltre che in serata sia arrivato in città lo storico procuratore della punta, Bruno Carpeggiani.

Evidenti i segnali di un grande nervosismo in seno alla squadra bianconera, anche per la caratura dei due personaggi, che dopo un inizio difficile, erano giunti a un compromesso, con Totò schierato da prima punta e il mister ripagato dai 52 goal segnati in due campionati.

Sembra che alla base del litigio ci sia la richiesta al giocatore, da parte di Guidolin, di un maggiore impegno in allenamento, dato il contributo ridotto che ha potuto dare alla squadra il quasi trentaseienne, nonostante le tre reti realizzate nelle ultime tre gare.

Peraltro Di Natale non è nuovo agli screzi con i propri allenatori. Nel 2006, dopo il goal del pareggio con il Werder Brema, dedicò la rete a Cosmi, colpevole di averlo messo in campo solo nel finale. Nell’estate del 2007 venne invece messo fuori rosa per motivi disciplinari, salvo poi rinnovare il contratto.

Anche in questa occasione all’Udinese sperano di far rientrare nella normalità la situazione. Già oggi, nella conferenza stampa di Guidolin, si capirà qualcosa di più. Intanto l’Udinese già lavora sul mercato per il prossimo anno: i friulani hanno acquistato il centrale croato Igor Bubnjic, mancino di appena 20 anni, fisico imponente (è alto 1.90) e nel giro delle Nazionali giovanili.

Il giocatore, che ha firmato un contratto quinquennale con i friulani e arriverà in Italia la prossima estate, resterà in prestito allo Slaven Koprivnica per tutta questa stagione.

Sullo stesso argomento