thumbnail Ciao,

Firenze, prima del match, pareva uscita dall'Inferno dantesco: "Tensione? Non so chi l'ha creata, è stata sempre una città civilissima. Rilassiamoci un po' tutti".

Si è parlato tanto di Firenze, della tensione cittadina. Invece si è vista solo una grande gara della Fiorentina, Juventus fermata sul pareggio e pubblico all'altezza della situazione. Andrea Della Valle, patron viola, non può che gioire.

"Abbiamo affrontato una grande squadra, ci si può accontentare del pareggio. ma se poi vedi come giochi..." il mezzo rammarico di ADV al termine della sfida del Franchi. "La Juventus non è stanca, noi abbiamo gestito la gara nel secondo tempo. Stiamo crescendo, chapeau alla Fiorentina".

Un punto, tanti rimpianti. Ma va bene così: "Accontentiamoci nonostante la traversa, ci manca un po' di fortuna.
L'obiettivo? Dobbiamo ritrovare l'entusiasmo, dopo Prandelli e diversi anni qui non avevo mai visto il gioco di questa stagione. Squadra solida, lo abbiamo dimostrato alla città e agli italiani. Chissà cosa potremmo fare in futuro".

Firenze pareva in versione dantesca: "Tensione? Non so chi l'ha creata, è stata sempre una città civilissima. Rilassiamoci un po' tutti. La squadra sta crescendo di settimana in settimana, guardiamo avanti.
Ci hanno chiesto Jovetic? Saluti in tribuna con i dirigenti juventini? Non ci siamo incrociati. Nè cercati...".

Sullo stesso argomento