thumbnail Ciao,

L'argentino è stato forse il peggiore in campo contro il Genoa. Per domani è scontato il suo ritorno in panchina, mentre Petkovic si interroga sulla sua utilità in squadra...

Il ko interno contro il Genoa brucia ancora in casa Lazio. Ma i motivi di dispiacere non sono legati soltanto alla sconfitta in sè. Vladimir Petkovic, che aveva fatto ricorso al turnover, è rimasto fortemente deluso dall'apporto fornito dalle cosiddette seconde linee. Soprattutto in avanti, dove Kozak e Zarate sono stati tra i peggiori in campo, facendo rimpiangere oltre il dovuto il tedesco Klose.

Il gigante ceco ha mostrato tutti i suoi limiti tecnici, rivelandosi anche molto impreciso in fase conclusiva. 'Misteriosa', invece, la prova dell'argentino: spento, abulico, mai incisivo, quasi irritante nell'atteggiamento di sufficienza con cui è sceso in campo.

Anche i suoi sostenitori più accaniti stanno iniziando a perdere la pazienza. Forse l'ha già persa il tecnico Petkovic: "Da Mauro mi aspettavo di più, sicuramente poteva fare qualcosa di meglio". Il ragazzo è diventato ormai un caso. Si pensava che il ritorno a Formello potesse rigenerarlo, ed invece non si vede nemmeno un segnale di reazione.

"Dite che perde palla, non torna e gioca senza cattiveria? Sottoscrivo, e poi quando un giocatore cade spesso a terra, provoca, è quasi scontato che ad un certo punto l'arbitro non fischi più", diceva uno sconsolato Petkovic nel dopogara. Niente, 'Maurito' sembra evaporato: che fare con lui?

Sullo stesso argomento