thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo viola torna sul caso dell'estate e alla vigilia del match contro i bianconeri dichiara: "Con loro non c'è stato nessun chiarimento. Garantiremo sicurezza".

Daniele Pradè, direttore sportivo della Fiorentina, ha raccontato all'Ansa emozioni e sensazioni della vigilia più attesa nel mondo viola. Domani infatti al 'Franchi' arriverà la Juventus, rivale da sempre, ancora di più dopo il brutto affaire Berbatov, vissuto in estate sul binario Londra-Firenze-Torino.

Pradè inizia tranquillizando tutti sul fronte ordine pubblico: "Non mi preoccupa, in vista di Fiorentina-Juventus abbiamo fatto tutto quello che una società deve fare per garantire la massima serenità e sicurezza. Quindi anche Andrea Agnelli può venire a seguire la sua squadra come gli pare e piace. Io comunque guardo solo al mio club che a livello di fairplay e correttezza è considerato un modello".

Quindi il dirigente viola torna sul caso dell'estate e lancia una nuova frecciatina ai bianconeri: "Facendo il dirigente devo essere bravo ad abbassare i toni dare l'esempio ai giovani e a chi ci guarda detto questo, mi pare che dall'esterno si siano capiti certi comportamenti".Quindi rivela: "Con la Juve comunque non c'è stato nessun chiarimento, e ora non ci interessa neppure averlo".

Infine Pradè si sofferma sull'aspetto tecnico del match, ed ammette: "È una Juve che fa paura, ha giocatori molto forti che sanno fare la differenza, costruita nel tempo con intelligenza, per vincere. Però noi siamo sulla strada buona, puntiamo ad essere una squadra competitiva con una sua precisa identità. E poi - ha aggiunto sorridendo Pradè - nel calcio non esistono formazioni imbattibili"

Sullo stesso argomento