thumbnail Ciao,

Grazie ad una sua prodezza il Pescara raccoglie il primo punto. Quintero grazie al suo "mancino" agguanta il Bologna, il paragone con Giovinco piace ma lui vuole fare la storia.

Siamo al minuto 40 - il Bologna è in vantaggio 1-0 dall'8', il solito Gilardino, il solito goal di rapina - punizione per il Pescara, sul pallone va Juan Fernando Quintero. Il trequartista biancoceleste, da luglio in forza agli abbruzzesi, è alto poco meno di 170 cm e pesa 62 kg, si dice un gran bene del suo piede sinistro. Siamo al limite dell'aria bolognese, la posizione è quella giusta... parte Quintero... tiro ed goal! 1-1.

E' così che il Pescara guadagna il suo primo punto in questo campionato, dopo 4 giornate, grazie ad una prodezza del suo genio tascabile. Colombiano nato il 18 gennaio del 1993, è arrivato in prestito dall' Atlètico Nacional questa estate. A vederlo giocare e per doti fisiche, il paragone è semplice, sembra la 'Formica Atomica' della Juventus, Sebastian Giovinco.

Il paragone a Quintero piace... "Giovinco è un grande giocatore, da ammirare - dice ai microfoni di 'Sky Sport24' - Ma io voglio prendere qualcosa da ogni attaccante, in questo modo riuscirò a migliorare". Ma Quintero vuole di più, vuole essere uno dei grandi del calcio che conta e le sue parole sono di facile interpretazione: "Il mio obiettivo? E' fare la storia, come i grandi calciatori".

Sullo stesso argomento