thumbnail Ciao,

La punta, fra i migliori del Diavolo, ha spiegato: "Dobbiamo diventare più concreti sotto porta ed evitare disattenzioni in fase difensiva. Vogliamo crescere giorno per giorno".

Fra i più positivi del Milan, nonostante il momento negativo della squadra rossonera, il giovane Stephan El Shaarawy, intervistato dal canale tematico ‘Milan Channel’, assorbito il ko contro l’Udinese pensa già alla sfida di mercoledì contro il Cagliari.

“Adesso – ha spiegato – più che pensare agli avversari dobbiamo guardare in casa nostra e migliorare. Noi stiamo ritrovando fiducia. Io e i miei compagni abbiamo la consapevolezza di essere un grandissimo gruppo che può fare grandi cose, per cui andiamo avanti con fiducia”.

Il problema principale dei rossoneri sembra essere l'assenza di un gioco efficace e la mancanza di incisività in avanti. “Dobbiamo diventare più concreti sotto porta ed evitare disattenzioni nella fase difensiva. – ha sostenuto El Shaarawy – Ma vedo che stiamo lavorando, vogliamo migliorare giorno per giorno e metterci a posto”.

A livello personale le cose, invece, stanno procedendo bene. “Sul piano individuale sto migliorando, – ha spiegato ‘Il Faraone’ – ma è fondamentale che a migliorare sia, come sta facendo, tutta la squadra”.

Splendido il goal contro l'Udinese dalla distanza, benché El Shaarawy non abbia esultato. "Non c'era tempo per farlo, – si è giustificato l'attaccante – ieri noi volevamo vincere, riprendere subito la partita e vincere".

Contro il Cagliari torna a disposizione il brasiliano Robinho, elemento fondamentale nello scacchiere di Allegri. “E’ un giocatore importantissimo, – ha sottolineato anche El Shaarawy  – in questo momento ci serve molto la sua presenza in campo”.

Sullo stesso argomento