thumbnail Ciao,

Udine e la Serie A scoprono Ranegie: "Continuerò a lavorare duro, sono molto contento"

L'attaccante svedese ha messo a segno la sua prima rete in Serie A, Guidolin lo elogia: "Definite pure Ranegie un bel colpo di mercato, giocatore di qualità".

Un Oliver Bierhoff che arriva dall'ex squadra di Zlatan Ibrahimovic. Tanti paragoni dopo il primo goal in Serie A di Mathias Ranegie, 28enne attaccante dell'Udinese che ieri ha sbloccato il match contro il Milan risultando decisivo ai fini del risultato.

"Definite pure Ranegie un bel colpo di mercato, i segnali sono quelli di un giocatore di qualità. Io non lo conoscevo, è stato bravo il club a pescarlo" ha confessato mister Francesco Guidolin dopo la prima vittoria del campionato friulano.

La punta svedese è ovviamente soddisfatto: "Sono contento per la mia prima rete che è arrivata nel momento giusto. Abbiamo vinto in una gara molto importante". 1,96 di altezza per 91 kg, Ranegie è stato convocato nella Nazionale del suo paese per la prima volta nel 2009.

Guidolin, di fatto, sa già come utilizzarlo: "Ranegie potrebbe diventare un dieci atipico, in pratica un trequartista alla Fellaini, il giocatore dell'Everton". Lui si candida a giocare titolare: "Spero di giocare sempre in coppia con Di Natale. Ho lavorato duro e continuerò a farlo per conquistarmi il posto".

Sullo stesso argomento