thumbnail Ciao,

Il tecnico boemo prova a recuperare Totti e Osvaldo in vista dell'incontro infrasettimanale contro la Sampdoria. Più difficile quello di De Rossi, che sarà in campo sabato a Torino

I tifosi del Cagliari non hanno di certo preso bene la notizia della mancata partecipazione alla sfida contro una Roma incerottata, priva di De Rossi, Totti, Osvaldo e Bradley. Sarebbe stata un'occasione ghiotta per fare punti contro una grande del calcio italiano, ma alla fine non è andata così.

E così, superato in modo abbastanza inusuale l'ostacolo Cagliari, Zeman è pronto a riabbracciare sia Totti che Osvaldo: "Io loro due vorrei averli sempre - aveva raccontato il tecnico boemo sabato mattina - ma per la partita contro la Sampdoria non ho garanzie in merito". Entrambi riprenderanno a lavorare oggi con il gruppo, ma non è detto che svolgano entrambe le sedute di allenamento previste.

L'enigma che ha di fronte Zeman, però, è più complicato di quanto sembri. Perché anche nel caso in cui entrambi gli attaccanti recuperino dai rispettivi infortuni, resta sempre da sciogliere il dubbio principale: conviene utilizzarli già contro i blucerchiati, consapevoli che soltanto 72 ore dopo la squadra volerà a Torino per affrontare la Juventus? Servirà fare alcune valutazioni, sia dal punto di vista medico che da quello tecnico. Dovessero farcela, Nico Lopez si siederà sicuramente in panchina, e al fianco di Totti e Osvaldo è pronto un ballottaggio tra Destro e Lamela per l'ultimo posto disponibile.

Giungono ottime notizie anche da Daniele De Rossi. Capitan futuro infatti lavorerà con il gruppo, ma per lui serve un po' di pazienza in più, per evitare ricadute controproducenti sia per il giocatore stesso che per la Roma. E allora molto probabilmente il rientro avverrà soltanto sabato contro la Juventus, dirottando Tachtsidis in panchina, nonostante le ottime prestazioni sfoderate sino adesso.

Sullo stesso argomento