thumbnail Ciao,

L'algerino se la prende anche con l'arbitro: "L'espulsione di Boateng è una cosa scandalosa. Penso che l'arbitro sa di aver sbagliato, ero proprio di fronte a Boateng".

Con un piede fuori e l’altro dentro, per tutta l’estate Djamel Mesbah è stato a un passo dalla cessione. Oggi, dopo il ko contro l'Udinese, si trova a vivere uno dei periodi più neri della storia Milanalla terza terza sconfitta in Serie A e attanagliato da una crisi ormai quasi patologica.

Ai microfoni di ‘Milan Channel’, l'esterno sinistro rossonero ha predicato calma, in vista del turno infrasettimanale contro il Cagliari, e ha avuto da ridire sulla gestione di Celi.

Abbiamo una partita tra tre giorni, dobbiamo fare di più per vincere. Dopo il secondo gol dell'Udinese siamo passati a 3. L'espulsione di Boateng è una cosa scandalosa. Penso che l'arbitro sa che ha sbagliato, ero proprio di fronte a Boateng”.

Per il Mesbah la trasferta al Friuli non tutta è da buttare via e il blasone del Milan potrà aiutare a risollevarsi dalla caduta: “Siamo uniti, ma delusi. E' questa la cosa più importante, non dobbiamo dimenticare che siamo il Milan. Le squadre devono avere paura del Milan, come per un tratto l'ha avuta l'Udinese".

Sullo stesso argomento