thumbnail Ciao,

Il ds del club friulano garantisce l'intoccabilità del tecnico e torna sui fischi ad Armero, uditi nel match di ieri sera contro l'Anzhi: "Il pubblico dovrebbe aiutarci...".

Francesco Guidolin non si tocca. E' Fabrizio Larini, direttore sportivo dell'Udinese, ad annunciarlo. Dunque, il tecnico bianconero può stare tranquillo, a dispetto delle voci circolanti in queste ore, che lo vorrebbero in procinto di essere sostituito da Reja o Del Neri.

"Guidolin dice di sentirsi a rischio come Allegri? Dal mio punto di vista è stata una battuta: Guidolin non è a rischio. Non so di Allegri, ma Guidolin può stare tranquillo", le dichiarazioni del dirigente al portale UdineseBlog.it.

La prossima gara contro il Milan, nonostante il momentaccio rossonero, si presenta piena di insidie: "Preferisco incontrare una squadra più rilassata, che non il Milan. Loro sembrano all'ultima spiaggia, non mi piace".

Larini è tornato poi sui fischi rivolti ieri sera dal pubblico del Friuli all'indirizzo del colombiano Armero: "Sono cose che possono capitare: nei momenti di difficoltà però, si dovrebbe aiutare la squadra, e non fischiare. Facile applaudire quando si vince. Se il giocatore è in difficoltà va aiutato, anche perché ha fatto bene in altre occasioni. Fischiarlo non giova a lui né alla squadra".

La prova offerta contro l'Anzhi viene considerata confortante: "Perdere sarebbe stato brutto, perché la prestazione è stata buona, lo spirito di gruppo si è ritrovato, la forma è migliorata, il gruppo ha reagito. Siamo in momenti dove per ogni piccola cosa veniamo castigati. In un momento del genere prendere un goal così può stendere. Invece c'è stata una reazione, al di là del goal venuto alla fine".

Sullo stesso argomento