thumbnail Ciao,

"Prima conquistiamo la permanenza in A - afferma il numero uno blucerchiato - e poi vedremo. Siamo partiti bene grazie a Ferrara e a una squadra compatta ma giovane".

Tre vittorie in altrettante partite di campionato potrebbero autorizzare a pensare in grande. Magari, viaggiando con la memoria a quanto fatto tre anni fa con Del Neri in panchina, quando arrivo la qualificazione alla Champions League. E invece no: per il presidente Riccardo Garrone la meta principale della Sampdoria neopromossa dev'essere la salvezza.

"Il primo obiettivo è quello di restare in A senza patemi - afferma il numero uno della società doriana all'inaugurazione di un nuovo punto Enel a Genova - e poi, una volta fatto questo, si vedrà. Noi siamo contenti che il nostro progetto si stia realizzando, e che le scelte che abbiamo fatto ci stiano premiando". 

Garrone elogia poi Ciro Ferrara, a cui la Samp ha affidato la panchina tra le non poche perplessità di critici e tifosi. "Ha una lunga storia come giocatore, ed ha allenato pure l'Under 21. Siamo partiti bene grazie a lui e a una squadra giovane ma molto compatta".

Sullo stesso argomento