thumbnail Ciao,

Sono loro due i trascinatori di questa Lazio, ma anche con Reja bastava la loro impronta e la vittoria era sicura..

Partenza bum della nuova Lazio di Petkovic: 3 vittorie di fila, 7 goal fatti e uno solo subito. Non male per una squadra classificata come flop della nuova stagione dopo un pre-campionato piuttosto deludente. Il gruppo è solido e composto da giocatori con classe ed esperienza, come il brasiliano Hernanes e il 'panzer' tedesco Klose. Non ci sorprendiamo se dati alla mano leggiamo che sei dei sette goal fatti vengono proprio da loro due. Sono loro, a suon di prestazioni, ad aver portato la squadra capitolina in testa alla classifica in compagnia di Juventus e Napoli.

Significativo il dato riportato dalla 'Gazzetta dello Sport': con loro in campo dall'inizio sono arrivate 16 vittorie (13 l'anno scorso e 3 questa stagione) e almeno uno dei due ha sempre timbrato il cartellino (tranne che in due occasioni: Lazio-Parma e Lazio-Novara). Questa è la conferma - come se ce ne fosse bisogno - dell'importanza di questi giocatori. Se li coccola l'allenatore bosniaco Vladimir Petkovic, che proprio su loro due sta costruendo qualcosa che lascia ben sperare i tifosi laziali.

Viene rivelata anche una differenza tra i due: Hernanes è seguito da Jota Alves, il 'guru' che lo segue dal Brasile, invece Klose preferisce gestirsi da solo. Spesso il brasiliano continua ad allenarsi anche dopo la fine degli allenamenti grazie proprio alle indicazione di Alves. Questa ottimale condizione fisica è confermata dal livello delle prestazioni, tutti i palloni passano da lui e mai come quest'anno è al centro della squadra.

Curioso anche il retroscena che sempre la 'rosea' ci svela:per festeggiare, Hernanes ha invitato nella giornata di ieri dei suoi amici per mangiare un piatto tipico del sud del Brasile, il churrasco, invece Miro Klose aveva programmato una giornata di pesca ma ha dovuto rinunciare causa mare troppo grosso...

La grande crescita del 'Profeta' ovviamente non è sfuggita a Claudio Lotito, che è più che mai intenzionato a farne un perno anche della Lazio futura, blindandolo al contempo dalle attenzioni che per il brasiliano fioccano dall'estero, Premier in primis.

Secondo quanto svela il 'Corriere della Sera', ieri notte - a Villa San Sebastiano - il procuratore di Hernanes si è incontrato con il presidente biancoceleste e al termine ci sarebbe stata una stretta di mano che ha certificato l'intesa raggiunta. L'ingaggio verrà subito ritoccato, da 1,8 a 2 milioni a stagione, poi il contratto in essere sarà prolungato sino al 2017.

Sullo stesso argomento