thumbnail Ciao,

Il terzino paraguayano vicino all'immediata bocciatura: Jung, Schelotto e Torosidis possibili sostituti. Ma per gennaio ancora è lunga, allora Zeman pensa al giovane Nego.

Ad oggi sembra più essere il capro espiatorio della Roma. E' vero però che il povero Ivan Piris, terzino destro paraguayano di cui si diceva un gran bene, non ha proprio convinto nessuno nella capitale. La sconfitta interna col Bologna ha palesato tutte le sue difficoltà di adattamento. Le chance da titolare sono svanite.

La Roma, però, adesso si trova in difficoltà. Il mercato riapre tra più di tre mesi e di conseguenza i nomi di Jung - che ha rifiutato il rinnovo di contratto coi tedeschi dell'Eintracht - , Schelotto e Torosidis potranno essere utili alla causa giallorossa solo nella seconda parte di stagione, come evidenzia giustamente il 'Corriere dello Sport'.

Sulla destra Zeman potrebbe adattare Marquinhos - già provato col Bologna -, ma il giovane brasiliano è un centrale difensivo ed il rischio è quello di passare dalla padella alla brace. L'altra opzione porta il nome di Taddei, ma anche per lui i dubbi sono maggiori rispetto alle certezze.

La vera novità è riportata dalla 'Gazzetta dello Sport'. Con la prima squadra, infatti, si allena il terzino francese 21enne Loic Nego, uno dei punti di forza della super Primavera di Alberto De Rossi. Quest'anno è il primo da fuori quota per lui, ma nessuna squadra ha pensato di puntarci prelevandolo magari in prestito.

E' rimasto quindi ad allenarsi agli ordini di Zeman, senza tuttavia essere mai convocato. I numeri, però, non gli mancano: ottima corsa e spinta, può giocare sia a destra che a sinistra. Sarebbe l'ennesimo rischio, o l'ennesima scommessa. Ma vista la situazione Piris vale almeno la pena provarci.

Sullo stesso argomento