thumbnail Ciao,

Il ds giallorosso analizza la sconfitta col Bologna e si sofferma anche sui singoli: "Totti strepitoso, ottimo Lamela. Piris? Prima dell'errore aveva fatto bene...".

Walter Sabatini prova a 'gettare acqua sul fuoco' dopo la clamorosa sconfitta subita in rimonta dalla Roma contro il Bologna. Nel post-gara dell'Olimpico, il direttore sportivo ha analizzato la prestazione dei giallorossi indossando i panni del 'parafulmini'.

"Bisogna valutare pro e contro della gara e di quello che dovrà essere il futuro - ha dichiarato - Si allenerà, migliorerà, poi vedremo quali saranno le decisioni del mister. Per i giocatori c'è una mia responsabilità diretta, le partite bisogna vincerle ma non è il caso di uccidere nessuno dei ragazzi in campo".

Su quanto avvenuto in campo, questo il giudizio di Sabatini: "La squadra in questa partita ha messo tutto e il contrario di tutto.  le partite possono essere condotte in porto nonostante uno sviluppo di gioco non particolarmente brillante. Invece c'è stato questo blackout di un minuto nel quale è successo l'imponderabile,  c'è stato un tentativo di recuperare energie, abbiamo perso dal punto di vista nervoso".

Il ds si è soffermato anche sui singoli: "Totti è in forma strepitosa, ci sono segnali positivi. Lamela ha fatto una buonissima partita, prepotente come potrebbe e dovrebbe fare tutte le domeniche, speriamo acquisti la cattiveria richiesta. Piris? Andrà gestito come tutti i ragazzi, la sua partita è stata fatta di verticalizzazioni, inserimenti. Poi sì, l’errore c’è stato, ma ora lui deve essere forte contro le critiche".

A chi inizia a dubitare degli equilibri 'zemaniani', Sabatini risponde così: "Zeman è il nostro allenatore e lo sarà per due anni. Dimostrerà in campo, in allenamento le sue qualità. Ogni sconfitta poi non può essere colpa dell’allenatore,  non è di certo da attribuire a lui il calo di tensione che abbiamo avuto. non ci si può mettere in ginocchio per una partita. Dobbiamo estrapolare le cose buone viste questa partita e reagire già dalla prossima".

Sullo stesso argomento