thumbnail Ciao,

Zamparini ha dribblato ogni possibile domanda sul futuro del tecnico con una battuta: "Esonerare Sannino? Preferisco ubriacarmi piuttosto che rispondere a questa domanda".

Un punto in tre giornate di campionato. E' questo il magro bottino raccolto dal Palermo in quello che è un inizio di stagione che non può esser di certo definito esaltante. La compagine rosanero sta facendo fatica e c'è già chi parla di un Sannino in bilico.

Ieri, dopo il pareggio interno con il Cagliari, il presidente Zamparini ha dribblato ogni possibile domanda sul futuro del tecnico con una battuta: "Sono preoccupato, non voglio retrocedere. Pensavo che oggi il Palermo riuscisse a vincere, invece mi hanno detto che la partita è stata brutta. Esonerare Sannino? Preferisco ubriacarmi piuttosto che rispondere a questa domanda".

La sensazione è quella che qualcosa possa muoversi già nell'arco di poco tempo e spuntano già i possibili candidati per la sostituzione di Sannino. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, il primo nome nella lista dei dirigenti rosanero sarebbe quello di Edy Reja il quale però, sarebbe tentato da un'offerta estera.

Una suggestione potrebbe essere quella relativa al ritorno dell'amatissimo Delio Rossi, mentre più semplice potrebbe essere arrivare a Ballardini. Tra i candidati potrebbe esserci anche Gasperini, la pista sembra però al momento poco percorribile.

Sullo stesso argomento