thumbnail Ciao,

Il centrocampista rossonero ha espresso il suo punto di vista dopo la sconfitta con l'Atalanta: " Non abbiamo alibi. Anche chi c'è adesso può alzare il livello della squadra".

C'è tanta delusione in casa Milan dopo la sconfitta con l'Atalanta, ma capitan Ambrosini non cerca scuse per giustificare la brutta prestazione. Nè tantomeno pensa al passato. Questa squadra, secondo il centrocampista, ha ancora tutte le qualità per poter dire la sua in questa stagione.

"Dobbiamo fare qualcosa di più tutti, siamo più preoccupati del solito", dichiara Ambrosini ai microfoni di 'Sky Sport'. Il capitano non ci pensa nemmeno a dare la colpa della rivoluzione di quest'estate: " Abbiamo bisogno un po’ di tempo per capire che la squadra è cambiata, ma dobbiamo finirla di parlare di questo cambiamento. Dobbiamo fare cose che l’anno scorso magari non avevamo bisogno di fare".

Ambrosini ha fiducia in questo Milan: "I tifosi sono stati molti bravi, ci sono stati vicino e dobbiamo continuare ad essere consapevoli di fare meglio. Questa squadra è costruita per fare bene, lo diciamo da inizio stagione. Chi è andato via era di un tasso superiore ma anche chi è fuori può alzare il nostro livello”.

Adesso la Champions, con la trasferta in casa dell'Anderlecht che incombe: "Fortunatamente abbiamo subito un’altra partita, affrontandolo con un piglio diverso", coclude Ambrosini. Ed ha ragione. Ci vorrà totalmente un altro Milan per prendersi qualche soddisfazione in Europa.

Sullo stesso argomento