thumbnail Ciao,

L'esterno bianconero ha parlato di Nazionale, Juventus e della sfida di domenica contro il Genoa: "Partita difficile, di fronte ci sarà un avversario ostico".

Dalla Lega Pro alla Nazionale, passando per la vittoria dello Scudetto in maglia Juventus. Probabilmente Emanuele Giaccherini non si sarebbe mai immaginato tali raggiungimenti della propria carriera calcistica, giunta in altissimo.

Dopo la vittoria contro Malta in Nazionale l'esterno si prepara alla sfida contro il Genoa: "Sicuramente sarà una partita difficile perchè troveremo un avversario ostico, in un campo difficile come quello di Genova. Cercheremo di mettere la partita sui ritmi come abbiamo sempre fatto".

Rispetto allo scorso anno non c'è Antonio Conte in panchina: "Sicuramente c'è una bella differenza, perchè eravamo abituati a vederlo. E' cambiato qualcosa, non c'è la sua presenza, non c'è il suo carisma e quindi... Non è che non abbiamo la carica, perchè alla fine la carica la troviamo dentro di noi e lui ce la dà tutta la settimana, però dobbiamo essere bravi nel responsabilizzarci noi".

Ai microfoni di 'Juventus Channel' l'ex Cesena ha parlato dell'obiettivo Mondiali 2014: "Sì, dobbiamo arrivarci per forza, perchè alla fine siamo l'Italia, siamo quattro volte Campioni del Mondo, vice-Campioni d'Europa e tutti si aspettano tanto da noi".

"Giustamente siamo stati criticati perchè magari tanti si aspettano molto di più dall'Italia" confessa il Giac. "E' logico che siamo all'inizio di un percorso e quindi diciamo che sicuramente alla fine ce la faremo. Ma dobbiamo trovare i meccanismi giusti".

Sullo stesso argomento